I Sentieri di Olbia: Vedetta di Capo Ceraso

| | ,

Una breve escursione su una delle coste più belle della Sardegna

Tra le varie opportunità escursionistiche della nostra isola possiamo sicuramente annoverare la sentieristica di Olbia. Più recente e forse meno conosciuta di altre realtà, annovera comunque percorsi interessanti e non impegnativi.

Si possono ammirare in tutto il territorio diverse piccole realtà naturalistiche e molti di questi percorsi sono addirittura raggiungibili dai mezzi pubblici.

Sul sito Hello Olbia potrete trovare tutta la sentieristica.

Noi vi presentiamo qui una delle tante escursioni tra le più panoramiche e che permette di raggiungere il piccolo fortino di Capo Ceraso, una stazione di vedetta perfettamente mimetizzata tra le rocce granitiche della zona costruita durante la seconda guerra mondiale.

Il percorso è molto semplice e in totale tra A/R sono circa 1,30 km. Per raggiungere il fortino e la vedetta il sentiero sale attraverso la macchia mediterranea e i graniti galluresi per un totale di 100 m. In prossimità della struttura ormai abbandonata sale una bellissima scala di granito che porta sino in vetta dove il panorama è davvero mozzafiato.

Dalla spiaggetta di Poltu de sa paza si stacca un sentiero alla nostra destra indicato con un cartello in legno. Lasceremo alcune abitazioni alla nostra sinistra e i ripari costruiti dai campeggiatori alla nostra destra. A questo punto il sentiero inizia a salire e in poco meno di venti minuti siamo già in cima.

La prima struttura che visiteremo è il piccolo fortino addossato alle rocce granitiche e perfettemente mimetizzato con esse. Accanto alla piccola struttura si trova una cisterna. Da lì una scala in granito, costruita a ridosso del rocciaio, sale sino alla piccola vedetta.

La vista da qui è davvero meravigliosa e spazia da Capo Coda Cavallo a Capo Figari, l’isola di Molara e la bellissima isola di Tavolara, a nord il golfo di Olbia e le tante isolette che seguono la costa di Capo Ceraso.

DCIM\101MEDIA\DJI_0294.JPG

In questo periodo è ancora più spettacolare grazie alla fioritura della lavanda e della ginestra. Lungo il percorso si possono ammirare anche delle maestose piante di corbezzolo.

DCIM\101MEDIA\DJI_0298.JPG

Scheda:

  • Km 1,30 A/R da Poltu de sa Paza o km 1,60 dal parcheggio di Poltu Casu
  • Difficoltà: E
  • Dislivello in salita circa 100 m
  • Durata: 1 ora circa

Come Arrivare:

SS 125 sino a Murta Maria, alla rotatoria prendere viale Porto Istana a sinistra e procedere in Via Funtana Umbrina e continuare seguendo le indicazioni per Capo Ceraso oltrepassando il Resort Li Cuncheddi.

Lasciare la macchina nello spiazzo per Poltu Casu che è l’unico che ha un pochino di spazio. Si potrebbe proseguire anche oltre per circa 200 metri circa ma la strada oltre che non essere proprio in perfette condizioni non lascia spazio per più di un paio di macchine. Nel periodo estivo potrebbe essere complicato trovare parcheggio.

Consigliate auto alte, 4×4 o suv.

Powered by Wikiloc
(Visited 145 times, 4 visits today)
Precedente

Scarpe Trezeta

Sardegna in zona rossa dal 12 aprile

Successivo