Escursioni e inquinamento ambientale

| |

Acquatrek, Coastering e escursioni lungo le spiagge. In questo periodo sono tante le opportunità per scoprire la Sardegna, ma attenzione all’ambiente.

Alcune buone pratiche possono contribuire alla salvaguardia di specie animali e ridurre l’impatto ambientale, nonché l’inquinamento.

Le camminate lungo i corsi dei fiumi o i tuffi nelle piscine naturali sono davvero entusiasmanti e in questo periodo sono davvero diffusissime ma occorre fare molta attenzione a non compromettere il delicato equilibrio di queste località, soprattutto adesso.

Molte località, complici la diffusione di immagini e video sui social media, sono diventate molto attrattive, in alcuni casi anche eccessivamente. Molti di questi siti spesso non sono presidiati e quindi non esiste ad esempio un ingresso contingentato. La pressione antropica in alcuni casi cresce a dismisura.

Questo crea dei grossi problemi in termini di sostenibilità ambientale e se ne parla davvero troppo poco.

E la cosa diventa ancor più problematica in posti noti come piccoli corsi di fiumi, come ad esempio Sa Stiddiosa o Bau Mela.

In estate tendiamo a prendere parecchio sole e a poco servono cappellini o magliette anti UV. Molti di noi usano costantemente creme protettive. La stragrande maggioranza sono composte da ingredienti derivati dal petrolio. Si, avete letto bene.

La vegetazione e molte specie animali sono davvero a rischio. Immaginate cosa succede ogni qualvolta centinaia e spesso migliaia di persone, si immergono nelle piscine naturali o fanno il bagno in mare, magari dopo essersi spalmati creme solari e protezioni varie?

Senza contare il proliferare di tutti i disinfettanti anti COVID, saponi e prodotti per la cura del corpo.

Pochissimi sono attenti a questi dettagli e ciò che spalmiamo sul corpo può diventare un veleno per l’ecosistema e le specie animali che popolano i nostri fiumi e il nostro mare.

E qui arriva la nota dolente.

Quanti di voi utilizzano prodotti Ecologici e Biodegradabili?

Noi da diverso tempo cerchiamo di utilizzare solo prodotti che vengono realizzati esclusivamente con prodotti naturali e soprattutto biodegradabili. Idem per le soste pranzo, ove non possiamo utilizzare i nostri contenitori, portiamo con noi prodotti biocompostabili.

Le sostanze con cui vengono realizzati queste creme, anche se rilasciate nell’ambiente o nel nostro caso in acqua, non causano danni e si disperdono in essa naturalmente. Questi prodotti sono eco e bio e i filtri utilizzati sono del tutto naturali e sostituiscono quelli chimici di sintesi, in questo modo proteggiamo la nostra pelle senza fare ricorso a sostanze indesiderate e altamente inquinanti.

Non solo, il limitato uso di coloranti e di profumazioni, in alcuni casi assenti, prevengono il rischio di allergie.

Purtroppo molte persone continuano a preferire solari e creme da supermercato perché a basso costo, dimenticandosi che è in gioco non solo la loro salute ma anche quella della nostra terra.

Esistono anche in Sardegna numerose aziende che producono creme e saponi da campo completamente naturali e presto verranno pubblicizzate anche sul nostro shop. A questo proposito vi invitiamo a proporceli, saremo lieti di provarli e suggerirli ai nostri lettori.

Nel frattempo vi suggeriamo alcuni prodotti:

(Visited 117 times, 1 visits today)
Precedente

Dolmen Monte Longu – Dorgali

Vie Ferrate e Percorsi attrezzati in Sardegna

Successivo