I migliori consigli per un viaggio in camper in Sardegna

I migliori consigli per un viaggio in camper in Sardegna Sara https://www.viaggioinsardegna.net/author/sara_admin/

Noleggiare un camper in Sardegna per esplorare l’isola e vivere una vacanza indimenticabile: i migliori consigli

Sempre più persone decidono di noleggiare un camper in Sardegna per trascorrere le proprie vacanze nell’isola.

Questa nuova ed alternativa tipologia di viaggio è perfetta per chi desidera visitare liberamente l’isola immergendosi nelle bellezze del territorio e nella cultura locale.

Spesso la Sardegna è solo, erroneamente, associata alle spiagge cristalline ed alla vita mondana dei vip che, specialmente nei mesi estivi, affollano la ben nota costa Smeralda.

Niente di più sbagliato.

La Costa Smeralda, crocevia di yacht milionari e dimora estiva di ben noti personaggi è solo una piccola, meravigliosa, porzione di territorio sardo, culturalmente molto distante dal resto dell’isola.

In realtà la Sardegna è un’isola molto ampia, accogliente ed alla portata di tutti, caratterizzata da regioni diverse tra loro, tutte meritevoli di una visita.

L’isola è un piccolo continente nel mezzo del Mediterraneo, baciata da una natura incontaminata e destinazione perfetta per gli amanti del turismo itinerante e delle attività all’aria aperta.

Per tutto quanto sopra la Sardegna è una scelta eccellente per gli amanti dei roadtrip, per i campeggiatori e per gli sportivi.

Le montagne e le pareti rocciose dell’isola sono, infatti, un paradiso di fama mondiale per gli amanti dell’arrampicata sportiva.

I praticanti degli sport nautici quali il kitesurf, il windsurf ed il surf da onda troveranno nell’isola condizioni perfette durante tutto l’anno, specialmente nella costa ovest della Sardegna.

surf-tramonto-costa-ovest-sardegna
Surf sulla costa occidentale della Sardegna

Spiagge bianche, mare cristallino, sole, vento, onde ma anche montagne e siti archeologici di grande importanza.

Sei ancora sicuro di voler trascorrere le tue vacanze in Sardegna in un hotel o villaggio vacanza?

Se ti abbiamo posto qualche dubbio ed inizi a pensare di visitare la Sardegna in modo itinerante ed alternativo, non perderti i seguenti suggerimenti. Stai pur certo che renderanno la tua vacanza nell’isola indimenticabile.

I 10 migliori consigli per un viaggio in camper in Sardegna

1. Affittare un camper in Sardegna

Questa è senza dubbio la migliore opzione per esplorare le bellezze dell’isola e godere appieno della cultura sarda in libertà.

Con un camper a noleggio potrete vivere attivamente la vostra vacanza in Sardegna, potendo decidere in qualunque momento dove andare e cosa fare. Noleggiare un camper vi permetterà di variare i vostri piani durante il viaggio stesso, prediligendo i luoghi che più vi hanno entusiasmato.

Vivere la propria vacanza nell’isola con un camper a noleggio vi permetterà anche di assaporare più intimamente la vera cultura sarda.

Yep Camper

Con il camper potrete raggiugere luoghi nascosti, meno conosciuti e meno affollati. Esistono in Sardegna varie agenzie di noleggio camper, tra le quali https://yepcampers.com si distingue per noleggiare i camper originali della Westfalia. Questi fantastici camper storici sono dotati di tutti i comfort ed idonei, secondo il modello, ad ospitare da 4 a 6 persone. Abbiate cura di sceglier il modello più opportuno in base al numero di partecipanti al viaggio e alle vostre esigenze particolari.

2. Visitare le bellissime spiagge della Sardegna

La Sardegna offre un gran numero di spiagge per tutti i gusti: calette, insenature rocciose dalle acque trasparenti, lunghe spiagge deserte di sabbia bianca e spiagge cittadine dotate di tutti i servizi.

State certi che in oltre 2.000 km di costa potrete certamente soddisfare qualsiasi vostra esigenza, a patto che riusciate a superare l’imbarazzo della scelta!

Si, perché scegliere la spiaggia giornaliera non sarà semplice anche perché sono davvero tante le spiagge sarde ad essere state incluse nella lista delle migliori al mondo.

3. Il vento e le scogliere della costa nord

La costa nord della Sardegna è un’opzione eccellente per gli amanti del kitesurf e del windsurf. Spiagge come quella di Porto Pollo sono un vero e proprio paradiso degli amanti del vento, con una frequenza di giornate di calma quasi nulla.

Vi sorprenderanno le spiagge di Santa Teresa e le scogliere frastagliate di Costa Paradiso, fino a Capo Testa, il punto più settentrionale dell’isola.

In ciascuna della sopra menzionate località potrete trascorrere piacevolmente le vostre giornate. Non tralasciate però una escursione sul monte Limbara, opzione eccellente per chi ama il trekking.

4. Scoprire la Costa occidentale

La costa occidentale della Sardegna, specialmente a sud di Bosa ed Alghero, è ancora oggi una porzione di territorio incontaminata, priva di turismo di massa. Questa parte di Sardegna è una delle più belle da percorre con il camper, perché saprà regalarvi momenti di memorabile bellezza in un’atmosfera tranquilla e serena.

Dalla penisola del Sinis sino al basso Iglesiente, passando per la selvaggia Costa Verde, la costa occidentale sarda è un luogo da sogno per un viaggio in camper in coppia o in famiglia con bambini.

Questa parte di Sardegna è indubbiamente la migliore di tutto il Mediterraneo per la pratica del surf da onda. In particolare, la penisola del Sinis, con gli spot di Capo Mannu, è una destinazione di fama mondiale, capace di competere a testa alta con famose località oceaniche in termini di frequenza e qualità delle onde.

5. Visitare la costa meridionale

La costa meridionale della Sardegna è caratterizzata da alcune delle più lunghe spiagge sabbiose dell’intera isola.

Le spiagge più importanti e conosciute si trovano ad occidente ed oriente della capitale della Sardegna, Cagliari.

Ad ovest del capoluogo troveremo alcune famosissime spiagge come quella di Chia, Nora (sede dell’omonimo meraviglioso sito archeologico) e di Santa Margherita.

Ad est di Cagliari si trova invece la ben nota ed affollata località turistica di Villasimius, dotata di meravigliose spiagge di sabbia bianca. Tuttavia, è giusto dirlo, il paese di Villasimius è ostile ai camper. Se decidete di visitare Villasimius è sempre raccomandato sostare in uno dei campeggi del paese, stando particolarmente attenti ai divieti di sosta sparsi un po’ovunque.

6. Addentrarsi nella costa orientale tra spiagge bianche lunghissime e piccole baie paradisiache

La costa orientale della Sardegna è probabilmente quella baciata dal mare più cristallino. La trasparenza dell’acqua di alcune spiagge e piccole baie ha reso famoso questo tratto di terra in tutto il mondo.

È questo il caso delle spiagge di Dorgali, Cala Luna, Cala Mariolu e la mistica Cala Goloritzè contraddistinta dalla sua tipica guglia ed accessibile solo via mare o mediante un impegnativo percorso di trekking.

Questo tratto di costa è altresì ben noto agli amanti dell’arrampicata sportiva. Sempre più numerosi climber di qualsiasi nazionalità vengono qui per scalare le straordinarie pareti sospese nel profondo blu del mare.

Gli amanti del trekking e dell’escursionismo troveranno invece nell’Ogliastra la regione ideale per vivere fantastiche esperienze avventurose.

Altri gioielli di questo tratto di costa sono le poco affollate di spiagge della marina di Tertenia e di Quirra, veri e propri paradisi ancora poco conosciuti.

7. Visitare Cagliari

Cagliari, la capitale della Sardegna, offre un’atmosfera rilassante. Con circa 170.000 abitanti, Cagliari è la più grande città della Sardegna, situata tra le meravigliose spiagge di Chia e Villasimius.

È molto consigliato programmare una visita alla città di ameno un giorno, durante il quale si potranno visitare i quartieri più tipici e la spiaggia locale.

Vi stupirà sicuramente il quartiere di Castello costruito sul Bastione, il principale monumento della città. Specialmente al tramonto, dal quartiere di Castello potrete godere della vista privilegiata di ogni lato della città, verso Nora e verso il golfo di Cagliari.

La spiaggia del golfo di Cagliari, il Poetto, è la principale spiaggia degli abitanti di Cagliari e dell’hinterland. Il Poetto è una lunghissima spiaggia dall’acqua cristallina, frequentata in ogni periodo dell’anno da bagnanti, sportivi e famiglie.

Al Poetto consigliamo di noleggiare uno stand up paddle per recarsi nelle acque retrostanti la Sella del Diavolo, un paradiso dalle acque cristalline e pochi metri dal centro cittadino.

8. Recarsi nell’entroterra dell’isola

La maggiore attrazione della Sardegna sono sicuramente le spiagge, ma chi ha visitato le zone interne ne è rimasto affascinato.

La civiltà nuragica, con i suoi villaggi di Barumini e Santu Antine, ad esempio, rappresenta qualcosa di unico, non presente in altri luoghi che consigliamo certamente visitare.

9. Assaggiare il cibo della Sardegna

La qualità e varietà della cucina della Sardegna vi sorprenderà! Lasciatevi viziare da piatti di mare e di terra, tutti composti da prodotti genuini e cucinati secondo le antiche tradizioni.

Visitare la Sardegna in camper vi permetterà, in alternativa, di acquistare il pesce fresco nelle stupende pescherie di ogni località balneare e preparare indimenticabili barbecue all’aria aperta!

10. Entrare in contatto con la popolazione locale

Visitare la Sardegna in camper è indubbiamente il modo migliore per entrare in contatto con la popolazione e le usanze locali.

In Sardegna troverai un’ospitalità genuina e potrai apprezzare lo spirito schietto della popolazione. Tutti saranno prodighi di consigli ed indicazioni quando ne avrai bisogno, aggiungendo una nota positiva al tuo bellissimo viaggio.

In conclusione, se visiti la Sardegna una volta, te ne innamorerai per sempre. Ti abbiamo illustrato solo alcuni motivi principali per scegliere questa regione e potresti già essertene innamorato!

Per ultimo, ricorda che visitare la Sardegna con un camper a noleggio ti offre diversi vantaggi come, ad esempio, realizzare un viaggio personalizzato in maniera totalmente libera!

westfalia-yep-campers

Scopri con noi