Il Sentiero delle aquile

Il Sentiero delle Aquile inizia vicino all’abitato di Gairo Taquisara con partenza dalla casermetta Taquisara. Qui, si trova l’ingresso del sentiero 102, che ci condurrà verso Bruncu Mattedì. Il viaggio di ritorno vi porterà attraverso l’incantevole Valle dei Tassi, conducendoci nuovamente al punto di partenza a Gairo Taquisara. Il percorso, chiaramente visibile e ben segnalato con marcature bianco/rosse e tabelle informative, offre un’esperienza escursionistica sicura e suggestiva.

Sentiero delle aquile, bruncu mattedì

Il primo tratto subito dopo la partenza è subito in salita ma ci sono dei punti in cui si ha una tregua, l’ascesa non è mai troppo ripida. Passeremo in un bel sentiero aereo poco sotto il tacco di Bruncu Mattedì. Lungo il percorso troveremo l’ingresso della grotta di Cabu Abbas e anche la voragine di Pizzu Tagliaferri.

Punto panoramico Perdu Isu e sullo sfondo perda 'e liana
Il panorama da Perdu Isu, sullo sfondo si intravede Perda ‘e Liana

Sopra il paese di Gairo Taquisara e sempre lungo il sentiero potremo scorgere imponente davanti a noi anche il Nuraghe Serbissi.

Cartelli segnavia Is Tostoinus
Questo cartello non esiste più (alla data del 21/01/2024)

Il tratto più spettacolare inizia dopo aver attraversato l’area di Is Tostoinus, salendo verso Perdu Isu attraverso un bosco in lieve pendenza. Arrivando al bordo del tacco, sarete accolti da un antico pozzo nuragico e un nuraghe, regalando una delle viste più straordinarie della zona dei tacchi. Da qui, la vista si estende sulla vasta vallata del rio Pardu sino a Perda liana.

nuraghe perdu isu
Il Nuraghe Perdu Isu

Proseguendo il cammino verso Taquisara, si attraversa la zona di Su Candelessargiu. Questa valle nascosta sotto il tacco, ricca di tassi e scenari mozzafiato, vi regalerà un finale di viaggio indimenticabile.

Valle dei tassi

Alcune paline segnavia sono cadute e mancano alcuni cartelli specie dopo Is Tostoinus, per il resto il percorso non presenta difficoltà di orientamento.

Fate molta attenzione ai punti panoramici, specie nei pressi del pozzo, qui non ci sono balaustre o protezioni e siamo sopra il tacco. Consigliabile non ammassarsi per fare foto e muoversi con prudenza.

E’ possibile allungare il percorso con il passaggio al villaggio nuragico di Is Tostoinus, oltre il ponticello dell’area di sosta.

Scheda del percorso:

  • km 12 circa
  • Dislivello in salita 444 m
  • Tempo di percorrenza circa 5 ore incluse soste

Cosa portare:

  • Abbigliamento e scarpe da trekking
  • Giacca a vento e eventuali maglie termiche
  • Pranzo al sacco e acqua (troveremo anche la sorgente a Is Tostoinus)
  • Macchina fotografica
  • Eventuali bastoncini da trekking

Escursione adatta a tutti coloro che sono in buone condizioni fisiche. I cani sono ben accetti ma in alcuni casi andranno tenuti al guinzaglio.

Info e prenotazioni Sara Muggittu e Marco Bellu Guide Escursionistiche AssoGuide , tel. 3281762602

Partners

Logo Kayland con payoff
Trezeta_Logo_Payoff
logo onlysardinia autonoleggio
Elemento aggiunto al carrello.
0 items - 0,00