Bastoncini Ferrino Nordik Step-in

di
in

Prova su strada (e fuoristrada)

In occasione di una impegnativa settimana di trekking con un gruppo di solidi camminatori bergamaschi, ho deciso di sostituire i miei vecchi bastoncini e trovare qualcosa di più moderno che fosse adatto al mio modo di camminare.

Eccomi accanto a Sara con i miei bastoncini nuovi!

Esigenze

Nelle lunghe discese ed a volte anche in salita, le mie ginocchia tendono a cedere dopo i 10km, specie se ho uno zaino pesante. Non è un problema di età, ho sempre sofferto un po’ alle ginocchia, e così da qualche tempo mi sono convinto ad usare i bastoncini, che alleggeriscono il carico soprattutto in discesa e aiutano ad avere un’andatura più corretta.

Avevo bisogno di un bastoncino molto leggero e allo stesso tempo solido ed affidabile, che avesse una impugnatura sottile (io ho la mano piccola) e che fosse facilmente sganciabile in caso di necessità.

Per queste cose preferisco non acquistare subito su internet, le attrezzature mi piace infatti provarle e farmi un’idea di come per esempio si impugnano, se siano solide e facili da usare.

Per questo motivo sono andato a Cala Gonone in uno dei miei negozi di fiducia e ho voluto provare un po’ di soluzioni diverse.

La mia scelta

Alla fine ho scelto una coppia di bastoncini da Nordic Walking prodotti dall’italiana Ferrino i Nordik Step-In, per una serie di ragioni che sono saltate fuori man mano che osservavo e provavo i vari modelli.

Si tratta di un modello in lega leggera, Alluminio 7075. La famiglia di queste leghe nota anche come Ergal è tipicamente di impiego aeronautico per le sue eccellenti caratteristiche e tra queste la 7075 è quela con caratteristiche meccaniche più performanti. Elemento caratterizzante è lo Zinco che conferisce a questa lega durezza e resistenza a fatica.

Materiali di pregio ed altre caratteristiche del prodotto, li collocano in una fascia medio alta (costano anche più di quelli in carbonio).

Esteticamente, (anche se questo è un parametro soggettivo), io li trovo molto belli, eleganti ed affusolati, le finiture sono nere (grigie sul sito) e il fusto grigio chiaro con un disegno ad esagoni. Il puntale è protetto da una sorta di scarpetta in gomma morbida e non dal solito copripuntale a sezione tonda. Nella confezione sono presenti anche le rotelle da trekking ad innesto rapido. Su una piccola etichetta adesiva appena sotto l’impugnatura c’è scritto Made in China.

Nota: Avrei preferito che fossero realizzati qui in Italia ma d’altra parte anche il mio Iphone è realizzato in Cina e così la maggior parte delle cose utilizziamo. Per questo motivo sarà mia cura farlo notare quando un prodotto che uso è realizzato in Italia (come per esempio il mio imbrago da canyoning della Kong).

Sottili ed eleganti mi sono piaciuti subito.

A differenza di quelli che avevo prima (peraltro molto buoni anch’essi) sono divisi in due sole sezioni con la regolazione rapida della lunghezza da 85cm a 135cm.

La lunghezza fissa è adatta solo a chi pratica determinate discipline ma consente di avere il bastoncino molto rigido e in una singola sezione (per esempio in carbonio e quindi ultra leggero). Ma non va benissimo per me che invece devo eventualmente cambiarne la lunghezza tra salite e discese, se queste sono molto lunghe.

Desideravo comunque un bastoncino solido, senza giochi e una sezione in meno rispetto alle classiche tre mi dà sicuramente un vantaggio.

Il sistema di regolazione si chiama Lock&Go e consiste in una levetta esterna che permette di allentare o stringere il collare terminale della sezione, una rotella inoltre permette di stringere più o meno il blocco. Super semplice e decisamente efficace, analogo al sistema che ho sul mio treppiede fotografico professionale.

Il sistema di regolazione LOCK&GO con leva e rotella di regolazione, le misure sono sia in pollici sia in cm.

Un altro fattore che mi ha guidato nella scelta è stata l’impugnatura: tipica da Nordic Walking, molto sottile, ergonomica e rivestita in sughero.

Devo dire che oltre al fattore estetico dà una piacevolissima sensazione al tatto. Inoltre le manopole al posto del classico laccio (una roba proprio da Nordic Walking) sono a sgancio rapido. Si rilasciano premendo un pulsante con il pollice e sono regolabili in larghezza e lunghezza, oltre che comodamente imbottite.

La manopola imbottita sganciata dal bastoncino: basta premere il pulsante sull’impugnatura con il pollice.

Il puntale come in molti prodotti simili è in tungsteno ed è dotato di una scarpetta antirumore in gomma, comoda ma che con un uso intenso e un po’ ruvido come il mio si è già forata. Poco male, nel senso che è sufficiente una nuova rondella di acciaio un po’ più grande al suo interno, per distribuire il carico ed evitare che si buchi completamente. In ogni caso è possibile trovarla come ricambio sul sito del produttore.

Il puntale in tungsteno e la scarpetta antirumore con la sua rondella, ovviamente destinata a consumarsi.

La sezione finale è dotata di indicazioni per la lunghezza (in cm e pollici) per cui è molto semplice mantenerli appaiati. Naturalmente a differenza di altri modelli ultra compatti e destinati soprattutto al trekking, questi bastoncini sono più lunghi del solito (85cm), ma è anche vero che pesano meno.

Impressioni d’uso

Sono veramente molto leggeri: 490g, mentre il fratellino Nordic Creek un modello molto simile ma divisibile in tre sezioni pesa 60g in più. Altra cosa importante: non trasmettono fastidiose vibrazioni all’impatto con il terreno.

Li ho usati su terreni molto diversi da quelli per i quali sono nati, sui difficili e sconnessi sentieri del supramonte, tra i massi della gola di Gorropu e sulla roccia viva: i campi solcati di calcare.

La cosa che mi preoccupava di più, visto che con i vecchi bastoncini accadeva spesso, era che si allentasse il collarino tra una sezione e l’altra, con conseguente cedimento ma, questi Ferrino si sono comportati egregiamente.

La scarpetta purtroppo non ha resistito alle lame di calcare e si è un po’ bucata ma devo dire che ha un buon grip e soprattutto ammortizza bene l’impatto con il terreno.

La regolazione della lunghezza è davvero super rapida, questione di secondi, così non si perde il ritmo e si rimane concentrati. Davvero utilissimo lo sgancio rapido delle manopole, magari lo avessi avuto prima.

Per finire, li ho usati senza guanti, visto il caldo quasi soffocante di questi giorni e non mi hanno lasciato bolle sul palmo della mano, cosa che invece mi sarei aspettato con un attrezzo nuovo.

Il prezzo ufficiale sul sito della Ferrino è di € 54.90 la coppia, per me soldi spesi molto bene.

(Visto 19 volte, 1 oggi)