Monte Arista 2

di
in ,

Calate in corda doppia nella Marina di Cardedu

Avevamo da tempo messo gli occhi su quel panettone di granito di Monte Arista, ma vuoi per il tempo e i vari impegni eravamo riusciti a fare solo l’avvicinamento.

L'inizio del sentiero di avvicinamento a Monte Arista 2
Inizio del sentiero di avvicinamento

Monte Arista 2 è un percorso parallelo a quello più noto per la spettacolare calata dal Cappello.

Sabato scorso quindi abbiamo accolto l’invito di Walter, che ha attrezzato il percorso, e siamo andati con lui a provare questa variante e anche per controllare lo stato degli armi.

Giunti a Cardedu, si prosegue in direzione della Marina e si lasciano le macchine quasi di fronte al parcheggio dell’Hotel Perdepera. I cartelli descrittivi e un maestoso olivastro non lasciano dubbi. L’avvicinamento è lo stesso di Monte Arista, non c’è da sbagliare e i cartelli sono sistemati benissimo.

Nel sentiero di avvicinamento classico, alla base del cappello, che seguiremo rasentando le pareti e scavalcando alcuni massi si intercetta il canalone che risale dal basso seguendolo in salita sino al vertice. Qui troveremo due cartelli, uno che indicata Arista e cappello e l’altro che invece dovremo seguire a destra per Arista 2. Dove in breve tempo salendo sulla sommità del roccione troveremo l’armo della prima calata.

Tutto molto ben indicato anche con omini.

Insieme a Walter abbiamo optato per un avvicinamento più rapido e “ripido”, dalla base dell’ultima calata siamo risaliti su per il canalone che ci ha fatto guadagnare un po’ di tempo.

Arista la fine del canalone
La fine del canalone con i cartelli che indicano le direzioni per i due percorsi.

Purtroppo il forte vento ci ha impedito di affrontare la prima calata, troppo esposta per muoverci in sicurezza, quindi attraverso un passaggio laterale siamo passati direttamente alla seconda.

Alla base del primo salto è sistemata una placchetta per realizzare un comodo mancorrente per raggiungere l’armo della seconda calata che si trova ad una trentina di metri più in basso.

Il paesaggio è spettacolare anche da qui e sulla nostra destra possiamo intravedere anche la sagoma del cappello e del percorso di Monte Arista 1. Davanti a noi tutta la costa sino a Capo di Monte Santo e le spiagge della Marina di Cardedu. Una meraviglia.

Panorama dalla seconda calata e di fronte il percorso classico di Monte Arista con la sagoma del cappello
Il panorama dalla seconda calata e sulla destra la sagoma inconfondibile del cappello

La sequenza dei salti

  1. 15 m sul vuoto
  2. 18 m poggiata
  3. 34 m poggiata e qualche metro sul vuoto
  4. 34 m poggiata
  5. 7 m poggiata
  6. 40 m per metà poggiata e il resto sul vuoto
  7. 25 m poggiato

Il primo salto 15 m, come detto in precedenza, è subito sul vuoto per una quindicina di metri. Alla sua base troveremo una placchetta per realizzare il mancorrente.

Il primo salto visto dalla sua base

Il secondo salto 18 m si trova ad una trentina di metri più in basso. La linea di calata tende a portarci sulla nostra sinistra alla base della quale si trova un punto poco agevole e dei cespugli.

Particolare della base del primo salto e il mancorrente per raggiungere il secondo
Particolare della base del primo salto e il mancorrente per raggiungere il secondo

Con gli amici si stava valutando la possibilità di spostare la sosta in modo evitare bruschi spostamenti e sfregamento della corda. La calata arriva subito alla sosta del terzo salto. In ogni caso siamo riusciti a dare una piccola ripulita togliendo qualche cespuglio.

la seconda calata di Monte Arista 2
Seconda calata
Marco si cala alla seconda calata
Marco alla seconda calata
particolare della seconda calata vista dalla base
particolare della seconda calata vista dalla base

Il terzo salto 34 m quasi tutto poggiato porta direttamente a terra senza problemi.

terza calata Monte Arista 2
terza calata
la base della terza calata Monte Arista 2
la base della terza calata

Il quarto salto 34 m si raggiunge spostandoci per una ventina di metri sulla destra e risalendo tra due rocce superando un bellissimo tafone oltre il quale in parete troviamo subito l’armo.

particolare del tafone e della quarta sosta
particolare del tafone e della quarta sosta
Marco alla quarta calata

Il quinto salto 7 m in realtà è una piccola disarrampicata, con molta probabilità converrà installare una corda fissa per agevolare la discesa.

La quinta calata da 7 m di Monte Arista 2
La quinta calata da 7 m di Monte Arista 2

Il sesto salto 40 m lo si raggiunge dalla base del quinto salto, sulla nostra destra superando un bellissimo tronco di ginepro, superate alcune rocce di fronte a noi ci sposteremo in discesa per circa una ventina di metri sino ad intercettare un cavetto d’acciaio per la sosta.

Avvicinamento al sesto salto
Avvicinamento al sesto salto
la sosta del sesto salto di Monte Arista 2
la sosta del sesto salto di Monte Arista 2
sesta calata Monte Arista 2

La prima parte della discesa è poggiata, purtroppo vi sono sulla linea di calata alcuni ginepri che vanno superati un po da un lato e un po dall’altro, ma cercando di tenere la corda dal lato sinistro del cespuglio. Dopo circa 20 metri ci si stacca per la calata sul vuoto. Bisogna fare un pochino di attenzione all’arrivo per la presenza di un albero che va evitato aiutandosi con i piedi per deviare la calata.

Arrivo della sesta calata Monte Arista 2
arr sesta calata monte Arista 2
L’arrivo della sesta calata

Il settimo salto da circa 25 m, lo si raggiunge dalla base del sesto tenendoci sulla nostra destra e risalendo la parete aiutati da qualche gradino al termine di questa piccola arrampicata ci sarà una placchetta per aiutarci nel passaggio successivo e superare un piccolo crepaccio. Anche qui credo che a breve verrà trovata una soluzione alternativa.

Superato questo tratto di qualche metro ci troviamo finalmente alla sosta pronti per l’ultimo salto che termina sul sentiero di rientro.

il passaggio del piccolo crepaccio per raggiungere l'ultimo salto
Marco si cala per raggiungere l’ultima calata
ultima calata monte arista 2
La partenza dell’ultimo salto
Walter all'ultimo salto di Monte Arista 2
Walter all’ultimo salto di Monte Arista 2
arrivo ultima calata monte Arista 2

Ci troviamo sullo stesso punto dal quale siamo risaliti per l’avvicinamento. Da qui in pochissimi minuti, seguendo il sentiero alla nostra destra arriviamo alle bellissime Domus de Janas di Monte Arista.

le domus de janas di monte arista
Le domus de janas di Monte Arista

Piccola sosta fotografica e riprendiamo il sentiero di rientro, in pochissimo tempo arriviamo alle macchine.

Rispetto al percorso classico di Monte Arista è un pelino più tecnico e insidioso ma comunque molto bello, come dice Walter questa è la variante estiva che permette un avvicinamento quasi sempre in ombra. Una variante sicuramente da provare!

Su Wikiloc abbiamo inserito come sempre la nostra traccia per chi volesse avere un punto di riferimento più preciso.

Powered by Wikiloc

(Visto 63 volte, 8 oggi)

Lascia un commento